Un eroe senza volto

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

 

page1image114874048page1image114875504page1image114878624

Il Sarcofago di Portonaccio è un esemplare romano rinvenuto nel 1931 nei pressi di Portonaccio, un quartiere di Roma, e attualmente è conservato al Museo Nazionale Romano (Palazzo Massimo alle Terme). Grazie a delle insegne militari rappresentate sul coperchio della cassa, è stato possibile identificare il defunto con Aulus Iulius Pompilius, un ufficiale di Marco Aurelio al comando di due squadroni della cavalleria nella guerra contro i Marcomanni.

page1image37469568

La cassa è molto alta, e presenta la parte frontale coperta da altorilievi di combattimento tra Romani e barbari. La decorazione corre su quattro livelli distinti: due superiori con i cavalieri romani, uno con i fanti romani ed un quarto con i barbari che vengono travolti. Questi piani, convergono al centro con la figura del generale a cavallo in posizione d’assalto, di cui non è stato lavorato il volto, e a questo proposito sono state formulate delle ipotesi: la prima spiega l’incompletezza dei tratti del volto con la possibilità che il sarcofago non sia più stato utilizzato e che sia stato sostituito con un altro, forse di dimensione maggiore. La seconda ipotesi considera la damnatio memoriae, e cioè che il volto sia stato cancellato poichè il defunto subì una condanna.

La scena è delimitata ai lati, dove vi sono trofei di armi e due coppie di barbari prigionieri. Infine, il coperchio, presenta due acroteri, consistenti in due mascheroni di barbari. La decorazione complessiva lascia trapelareil senso di movimento dell’insieme, che si proietta verso un nuovo stile decorativo, che è possibile ritrovare nella colonna di Marco Aurelio.

Gaia, Roxana, Lucrezia e Valentina

Liceo “N. Machiavelli”, progetto Pon “Comunicare con l’archeologia!”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*