Tebe, tornano alla luce i resti del mitico Palazzo di Cadmo

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Trincea di scavo nel pieno centro di Tebe.

Nel sito della mitica città di Tebe, in Grecia, continuano le ricerche archeologiche sotto la solida guida dell’ Eforo onorario alle Antichità preistoriche e classiche della Beozia, Vassilis Aravantinos.

“Siamo contenti della ricerca scientifica e degli obiettivi raggiunti sinora. Siamo nel cuore del palazzo Miceneo all’ ingresso della cosiddetta stanza del tesoro” dice V. Aravantinos alla redazione del Βοιωτική Ώρα. Lo scavo di quest’anno è diviso in due settori differenti ove il primo comprende lo strato miceneo che è localizzato a circa 6 metri di profondità, con la presenza  della volta e dei vasi contenitori e di notevoli frammenti di affreschi micenei.

 

Un altro punto di interesse degli scavi è l’edificio cristiano a circa 1,50 metri di profondità, che si trova nei pressi di un pregiato mosaico marino e di una struttura identificata come fontana. L’ attività di scavo ha inoltre messo in luce lo strato di distruzione e di ricostruzione avvenuta sotto Alessandro Magno, come si può notare dalle strutture ellenistiche che si innestano appena sopra il palazzo Miceneo.

 

Trincea di scavo in pieno centro a Tebe.

Il team da una parte rimane lo stesso data la massima esperienza degli archeologi Y. Fappas, D. Gianniou, A. Sotiropoulou e M. Louka, dall’altra si avvale della collaborazione internazionale di studiosi come A. Mozhajsky, docente nel Dipartimento di Mondo Antico e Medioevo alla “Moscow State Pedagogical University”e L. Phialon, membro svizzero dell’ Ecolè Française d’Athènes e di studenti provenienti da varie università europee.

Al laboratorio

Oggi Tebe dispone di un nuovo complesso museale ringiovanito con oltre 2700 oggetti esposti che rappresentano la capitale della Beozia e la regione stessa dalla Preistoria fino all’epoca post-bizantina. La mostra, divisa in 18 sezioni, offre una panoramica dei primi scavi archeologici, così come i miti collegati all’ antica patria di Epaminonda e Pelopida, anche avvalendosi di installazioni interattive e di un illuminazione adatta. La vita quotidiana, i cambiamenti sociali ed i culti praticati in Beozia vengono narrati al visitatore in modo semplice e chiaro.

  Fonti: ΒΟΙΩΤΙΚΗ ΩΡΑ    

NEWS_MUSEUM_THEBES

Museo di Tebe

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*